Pasta Aglio Olio Extra Vergine Pomodoro

Il segreto è nel soffritto a base di olio extra vergine di oliva, cipolla e aglio.

Nuovo studio sul soffritto a base di olio extra vergine di oliva pubblicato su Food Chemistry.

Il soffritto ci salverà. Far imbiondire in due cucchiai abbondanti di olio di oliva un trito di cipolla e, secondo i gusti, uno spicchio di aglio; aggiungere il pomodoro; aggiustare di sale e pepe, quanto basta. Il sugo di pomodoro non è un semplice condimento per la pasta: oltre a essere gustoso e a far "ravvivare" il palato, contiene molti composti bioattivi protettivi per il cuore e contro il cancro.

A sostenerlo è uno studio spagnolo guidato dall'Università di Barcellona, secondo cui la combinazione di pomodoro, olio d'oliva, aglio e cipolla aumenta gli effetti protettivi delle sostanze antiossidanti normalmente contenute nei singoli ingredienti.

Lo studio, pubblicato su Food Chemistry, ha messo in risalto per la prima volta le sostanze antiossidanti presenti nel soffritto attraverso una tecnica di spettrometria di massa ad alta risoluzione, identificando più di 40 tipi di polifenoli: "Questi composti provenienti dalle piante sono legati alla riduzione delle malattie cardiovascolari", spiega Rosa Maria Lamuela, responsabile dello studio. Altri composti bioattivi risultati presenti in buone quantità nel soffritto sono i carotenoidi - come il licopene - e la vitamina C, sostanze già note per i loro effetti protettivi rispettivamente contro il cancro alla prostata e contro il cancro al polmone.

Niente variazioni alla ricetta originale, però. Secondo i ricercatori è fondamentale che alla base del soffritto ci sia l'olio extra vergine di oliva. Gli studiosi sono ora alla ricerca delle dosi per il soffritto "ideale" che sia, oltre che buono per il palato, ottimo per la salute.