Olio dop Lametia slow food.

Il Lametia Dop presente all'evento organizzato Slow Food.

In linea con le inziative di carattere nazionale che si svolgeranno in contemporanea per per celebrare il cibo quotidiano buono, pulito e giusto insieme con chi lo produce e con chi lo consuma, anche la Condotta di Lamezia Terme di “Slow Food” è tornata in piazza.

Lametia Dop pac 2014-2020 e finanziamenti agricoltura.

Tre importanti eventi per discutere di finanziamenti all'agricoltura e pmi calabresi.

Lamezia Terme centro della discussione sulla programmazione europea.

Si svolgeranno a Lamezia Terme tre incontri riguardanti il settore agricolo e la programmazione europea sui fondi per l'agricoltura e le pmi. Il 27 marzo si parlerà di "L'olivicoltura calabrese verso il futuro, riforma PAC 2014-2020 e programmi operativi di settore" alle ore 16:30 presso il Grande Hotel Lamezia; incontro organizzato dalla Società Cooperativa Olivicola Calabrese.

Workshop valorizzazione delle acque di vegetazione olearie - lametiadop

L' Azienda Agricola Fangiano e la ricerca sulle acque di vegetazione olearie.

Si terrà oggi 23/03/2015, presso l' Azienda Agricola Fangiano, un interessante workshop sulla "valorizzazione delle acque di vegetazione olearie mediante estrazione di composti nobili antiossidanti, polifenoli, tirosoli e idrotirosoli".

Olio Lametia Dop premiato ad Ercole Olivario 2015.

L' olio Lametia Dop nella premium list del Concorso Ercole Olivario 2015.

Premiata con una mensione di merito l' Azienda Agricola De Lorenzo & C. con Olio Lametia Dop.

L’olio extra vergine di oliva Tesori del Sole"Lametia Dop" prodotto dall' Azienda Agricola De Lorenzo & C., è finalista della edizione “ERCOLE OLIVARIO PREMIUM LIST 2015” sulle eccellenze olearie territoriali italiane che si terrà a Perugia il 20 Marzo 2015.

Olio capitale 2015 e lametia dop.

L' olio Dop Lametia all'evento Olio Capitale 2015.

Dal 7 al 10 marzo appuntamento a Trieste con la fiera specializzata dedicata all'olio extravergine d'oliva.

I dati parlano chiaro: il 2014 sarà ricordato come l’anno nero dell’olio italiano. La produzione che si attesta al di sotto delle 300mila tonnellate di olio prodotte, è crollata del 37% rispetto al 2013 con punte del -45% in regioni d'eccellenza come l'Umbria e la Toscana a causa di un clima sfavorevole e della mosca olearia.